Quando andare a Tinos

Il clima e le temperature dell’isola

Tinos si trova nella zona nord-ovest dell’arcipelago delle Cicladi. Questa posizione la rende particolarmente soggetta al meltemi. Di conseguenza, è facile trovarsi in giornate in cui questo tipico vento del mar Egeo spira con intensità che raggiunge il valore 7 della scala di Beaufort. Ciò accade principalmente nei mesi di luglio e agosto. La mattina occorre, dunque, controllare le previsioni meteo per capire se è il caso di recarsi in spiagge più riparate e quale costa è meno colpita. Il meltemi è così protagonista della vita isolana che i Tiniani utilizzano, tra il serio e il faceto, una propria scala di misurazione: kapelato, quando il vento fa volare via il cappello; kareklato, quando si rovesciano le sedie; kampanato, quando addirittura il vento riesce a far muovere le campane delle chiese e farle suonare.

Le condizioni meteorologiche di Tinos sono perfette per una vacanza estiva. La colonnina di mercurio supera raramente i 30°C, anche nei mesi più caldi. Considerando anche che il vento riduce i livelli di umidità relativa e di temperatura percepita, si comprende che è non capiterà mai di dover scappare da una spiaggia per evitare di sciogliersi al sole. Al contrario, se di sera girate in scooter o quad, indossate un maglioncino o un giubbino leggero, e una pashmina.

Le piogge si presentano principalmente nei mesi invernali. Da maggio a settembre splende quasi sempre il sole. Le medie storiche informano che i giorni di pioggia nei mesi di luglio e agosto, messi assieme, sono inferiori all’unità. Più precisamente, a luglio piove un giorno ogni due anni e mezzo e ad agosto un giorno ogni quattro anni!

Qual è il periodo migliore per visitare Tinos?

Il periodo estivo, estendendosi da giugno a settembre, si distingue per le sue temperature miti e l’assenza quasi totale di precipitazioni, condizioni che rendono Tinos una destinazione eccellente per chi cerca una vacanza al mare. Durante questi mesi, il mare raggiunge temperature piacevolmente calde, ideali per la balneazione e le attività acquatiche. La presenza del meltemi, un vento caratteristico del Mar Egeo che soffia principalmente nei mesi di luglio e agosto, può influenzare l’esperienza balneare; tuttavia, conoscendone le caratteristiche e i periodi di maggiore intensità, è possibile organizzare il soggiorno in modo da minimizzarne l’impatto. In questo contesto, giugno e settembre rappresentano i mesi più indicati per coloro che desiderano godere appieno delle spiagge di Tinos, evitando le raffiche più forti del meltemi.

Al di là della stagione estiva, Tinos rivela un altro aspetto del suo carattere nei mesi primaverili, quando l’isola si anima di colori vivaci e la natura si risveglia in tutta la sua bellezza. Questo periodo è particolarmente adatto per le escursioni all’aria aperta e il birdwatching. Con temperature che permettono lunghe passeggiate senza il disagio del caldo estivo, gli appassionati di natura e fotografia possono esplorare sentieri ricchi di biodiversità, scoprendo flora e fauna endemiche in un contesto paesaggistico di rara bellezza.

Dati meteo storici

Temperature e giorni di pioggia a Tinos
Dati climatici storici di Tinos mediati su diverse fonti

Tinos: previsioni del tempo

Previsioni meteo di oggi e dei prossimi giorni

Pagine correlate

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Supponiamo che tu sia d'accordo con questo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più