Milos

L’anima di Milos è caratterizzata dalla sua natura vulcanica: Milos sembra disporsi attorno ad un enorme cratere. In effetti, millenni di intense attività vulcaniche e l’estrema ricchezza e varietà di minerali hanno regalato all’isola di Milos una morfologia incredibile e paesaggi dai mille colori che lasciano il visitatore davvero estasiato, già dai tempi antichi. Ippocrate, padre della medicina, raccontò di grotte spettacolari e di incredibili sorgenti termali.

Milos riveste un ruolo importante nell’archeologia greca, con tanti siti disseminati sulla sua superficie.: insediamenti dell’età del bronzo, antiche città ellenistiche, catacombe paleocristiane. Eppure, il nome Milos è diventato celebre fuori dai confini della Grecia perché fu il luogo dove fu scoperta la Venere di Milo, una delle statue più note della storia dell’arte, oggi esposta al Louvre a Parigi.

Tuttavia, il motivo che porta i turisti a Milos sono le sue fantastiche spiagge. La sua costa dalle poliedriche forme rivela suggestive meraviglie bagnate da acque cristalline con fondali unici. E i colori sembrano usciti dalla tavolozza di un pittore: spiagge di sabbia dorata, baie con sassolini rossi e bianchi, oppure rocce verdi, gialle o nere.

Per fortuna, il turismo è arrivato a Milos, ma non in modo eccessivo. A Milos si vive una vita lenta e rilassata, anche d’estate. Gran parte dell’isola è fatta di luoghi ameni dove si può vivere una giornata in completo relax con il mare. Tuttavia, quando cala la notte, Milos riesce si trasforma in un luogo di divertimento. Nella cittadina di Adamas si trovano locali e baretti con musica greca e internazionale, mentre a Plaka si tira fino a tardi ascoltando musica tradizionale greca al tavolo di una taverna.

Milos: informazioni utili e consigli

Mandrakia - Milos - Grecia
Mandrakia
  • Abitanti: 5.000
  • Capoluogo: Plaka
  • Superficie: 151 km²
  • Aeroporti:  Milos Island National Airport [MLO]. Voli nazionali.
  • Porti: Adamas, Pollonia

Secondo il mito greco, il nome dell’isola ha origine dal suo primo abitante, Milos, eroe dell’isola di Cipro, mandato dalla dea Venere a popolare l’isola. Tuttavia alcuni studiosi sono concordi nel credere che il nome derivi da un’antica parola greca che indicava le pecore di cui l’isola era piena nell’antichità.

Milos fu abitata fin dal Neolitico. La sua popolazione era molto più ricca e progredita rispetto a quella delle isole vicine grazie all’intenso commercio di ossidiana, usato per la produzione di strumenti di lavoro e di armi, di zolfo e di altri materiali. Infatti, assieme al turismo, l’attività economica principale di Milos l’estrazione mineraria. Fin dall’antichità, dalle miniere di Milos (alcune vecchie miniere abbandonate sono diventate un’attrazione) si estraggono bentonite, perlite, pozzolana, rocce silicee, caolino e berite. Questi minerali sono in gran parte visibili anche in superfice e donano meravigliose tonalità ai paesaggi tanto che Milos è chiamata l’isola dai mille colori.

Uno degli eventi più importanti della storia di Milos avvenne l’8 aprile del 1820 quando, durante una giornata nei campi, un contadino trovò una statua di marmo alta due metri che rappresentava la dea Afrodite (chiamata Venere dai Romani). Gli fu sequestrata dai Turchi che allora occupavano Milos. La vendettero ad un ufficiale della marina francese e portata in Franca, al museo del Louvre, dove è tuttora conservata.

Le principali cittadine di Milos

Plaka - Milos - Grecia
Plaka

Il capoluogo di Milos è Plaka che con il suo stile architettonico tipico delle Cicladi curato nei minimi dettagli è senza dubbio la cittadina più bella dell’isola. Il suo nome (in greco il termine plaka indica una barra o, più in generale, un materiale piatto e liscio) fa riferimento al territorio pianeggiante dove gli abitanti costruirono le proprie case fuori dal kastro (castello), quando quest’ultimo non riuscì più a contenere altri residenti. Il kastro si trovava nella zona più alta, dove oggi si possono ammirare panorami stupendi e i tramonti più belli della Grecia.

Adamas (anche Adamandas) è un villaggio costiero con le case che si radunano su una bassa collinetta. Fu costruito da esuli Cretesi all’estremità nord di in una delle baie più grandi del mar Egeo. Il suo nome significa diamante, e descrive bene questo meraviglioso borgo di case bianche, con balconi fioriti e mura adorne di buganvillee. Pieno di negozi sia tra le stradine acciottolate che sul lungomare, sempre affollato di gente. Ospita un porto turistico per barche a vela e yacht e due spiagge.

Pollonia è un piccolo villaggio di pescatori sulla punta nord-orientale di Milos. Prende il nome da un tempio di Apollo si trovava nei pressi del centro abitato. Pollonia è il secondo porto dell’isola, tuttavia utilizzato soltanto dalla piccole imbarcazioni per i collegamenti con la vicina isola di Kimolos. Inoltre, è il luogo dove sono ormeggiate le barchette dei pescatori e dei tour giornalieri. La bella spiaggia sabbiosa non è attrezzata, ma alberi di tamerici sparsi  offrono ombra naturale. Poco più distante c’è un lido gestido da un beach bar.

La natura di Milos

Sarakiniko - Milos - Grecia
Sarakiniko

Milos è l’isola più occidentale delle Cicladi e la quinta in ordine di dimensioni. Il territorio è piuttosto pianeggiante: il monte più alto è il Profitis Ilias (751 m.). La metà occidentale dell’isola è quasi totalmente deserta, non facilmente raggiungibile perché non dotate di strade asfaltate. Qualche sporadico gruppo di case, antiche miniere e spiagge incontaminate: questa zona fa parte di Natura 2000, una rete di siti di interesse comunitario e di zone di protezione speciale.

I percorsi escursionistici di Milos non sono molti. Da qualche anno la rete è organizzata e ben segnalate. Non ci sono le tipiche aree verdi che interessano gli amanti delle attività all’aria aperta, ma sicuramente i luoghi che si incontrano destano fascino e suggestione, sia dal punto di vista storico che paesaggistico.

Milos è un’isola vulcanica. Questa sua natura la rende unica nei paesaggi, creati da strati erosi di cenere vulcanica e dal fluire del magma nei millenni passati. Si passa così da paesaggi bianchi che sembrano rubati alla Luna agli strati policromi di molte scogliere bagnate dal mare.

Milos: le nostre opinioni

  • Città e villaggi – Plaka è davvero delizioso. Adamas è grazioso e accogliente. Pollonia, Tripiti e gli altri villaggi sono lo sono altrettanto, ma davvero minuscoli. Ovunque si respira autenticità cicladica.
  • Spiagge e mare – C’è una tale varietà di spiagge per consistenze e per colori da lasciare esterrefatti e non stancare mai. Il mare è tra i più belli della Grecia.
  • Diving e snorkeling – Milos è una delle migliori isole per il turismo subacqueo. Invece, lo snorkeling è l’attività più richiesta dai turisti.
  • Windsurf e kitesurf – Non ci sono centri organizzati per noleggio e lezioni, ma molti praticano windsurf e kite sulle spiagge di Achivadolimni e Papikinou.
  • Attrazioni culturali – Tanti piccoli musei minori e luoghi d’interesse storico e artistico tengono impegnati sia adulti che bambini.
  • Paesaggi (panorami, foto…) – Una sola parola: top! Milos è quanto di meglio si possa desiderare in termini di paesaggi da vivere e da fotografare.
  • Natura ed escursionismo (hiking, trekking…) – Non molti percorsi interessanti e neanche particolari zone verdi attrattive. Si salvano soltanto per la particolarità dei luoghi.
  • Relax – Situazioni di forte stress causa sovraffollamento turistico sono rare. Ci si riesce a tagliare i propri spazi di tranquillità sia in spiaggia che in giro.
  • Vita notturna – Gli amanti delle discoteche possono passare oltre, ma chi cerca un po’ di divertimento, sia giovanile sia più “maturo” troverà locali adatti a trascorrere piacevoli serate.
  • Adatta ai bambini – Il lungo viaggio e il vento possono costituire un deterrente. Tuttavia, organizzando bene il viaggio e scegliendo bene le spiagge ogni giorno, Milos può diventare anche baby-friendly.
  • Trasporti pubblici – La qualità dei bus è buona. Le tratte coprono tutte le spiagge e i villaggi più importanti. La frequenza è discreta. Ovviamente, il servizio con copre le zone con strade non asfaltate.
  • Prezzi economici – Il volo per Atene si può trovare a buon prezzo se prenotato molti mesi prima. In realtà, bisogna aggiungere un volo interno, mai economico, oppure un traghetto. Ristoranti e negozi hanno tariffe nello standard greco. Non si può dire lo stesso degli alloggi, del noleggio e della vita da spiaggia, decisamente cari.
Video dell’isola di Milos

Pagine correlate

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Supponiamo che tu sia d'accordo con questo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più